Un modo diverso per riflettere sul tema del riciclo dei rifiuti.

E’ quello che è andato in scena questa mattina (19 marzo) al Cred per quattro classi del Polo tecnologico Fermi-Giorgi che, insieme alle rispettive insegnanti, hanno aderito al progetto. proposto alle scuole dall’amministrazione comunale e coordinato dalla docente Paola Paoli. All’evento, oltre agli studenti e ai loro insegnanti, hanno preso parte anche l’assessore all’ambiente Francesco Raspini, l’assessora alle politiche  formative Ilaria Vietina e Roberto Paolini di Sistema Ambiente.

Steel Life, promosso dal Consorzio RICREA, è stato realizzato dal giornalista e documentarista Luca Pagliari, che ha al suo attivo una lunga serie di campagne legate alla comunicazione etica e sociale e che si è occupato in particolare di tematiche attinenti ai giovani e all’ambiente.

Partendo dal recupero di un semplice barattolo o scatoletta in acciaio, Pagliari ha proposto un viaggio coinvolgente, fatto di riflessioni, immagini e parole, per comprendere tutte le tappe legate al recupero e al riciclo dell’acciaio. L’obiettivo del progetto infatti, in linea con la mission del consorzio Ricrea cui aderiscono 281 aziende che producono la materia prima e dei contenitori in acciaio, è quello di promuovere la pratica della raccolta differenziata, descrivere la filiera del riciclo e i benefici che ne conseguono.

“Realizzare momenti di informazione e formazione sui temi più rilevanti del nostro presente – spiegano gli assessori alle politiche formative Ilaria Vietina e all’ambiente Francesco Raspini – è un modo concreto per contribuire ad attualizzare le conoscenze degli studenti, che in questo caso specifico hanno l’opportunità di approfondire il tema del riciclo dei rifiuti, e in particolare dell’acciaio, di cui sono composti molti degli imballaggi che utilizziamo anche nelle nostre case. Prendere coscienza anche dei nostri piccoli gesti quotidiani – aggiungono gli assessori – e delle conseguenze che essi producono è un passo fondamentale per diventare cittadini sempre più consapevoli”.

L’obiettivo di quest’iniziativa – commenta Valentina Re, area tecnica Consorzio Ricrea – è stimolare l’attenzione degli studenti sull’importanza di separare correttamente gli imballaggi in acciaio come barattoli, scatolette, tappi, fusti e bombolette in acciaio: affinchè vengano riciclati all’infinito. Proprio i giovani, infatti, dimostrano una straordinaria capacità di fare da traino nelle buone pratiche in famiglia, per quanto riguarda la raccolta differenziata”.